Mar 13, 2012

Posted by in Blog, pasta e semola, Ricette, tutto legumi | 36 Comments

Benserviti ai ceci aromatici


Questa zuppa di ceci la faccio spesso: mi ricorda tanto i profumi di casa, con i suoi ingredienti semplici nostrani e piace tanto a tutti e tre.
Con la mia ridotta scorta di prodotti italiani riesco ad ottenere lo stesso gusto di quella fatta in madrepatria; sono soddisfazioni!!
Aggiungendo la pasta diventa un piatto unico, ricco e completo per la presenza di cereali e legumi, ma comunque leggero ed aromatico per l’uso del solo olio evo a crudo e delle erbe aromatiche.
Eccovi una sana e gustosa cena garantita!!

Ingredienti:
250g di ceci secchi
2 spicchi di aglio
1 cipolla dorata
1 grossa carota
2 rametti di rosmarino
2-3 foglie di salvia
5-6  pomodori secchi
100g di “Benserviti” home made
q.b. di olio extra vergine di oliva
q.b. sale grosso integrale

Procedimento:
Sciacquate per bene e poi tenete in ammollo i ceci per almeno una notte.
In una casseruola dal fondo pesante versate un trito di aglio, cipolla,  carota, rosmarino e salvia, aggiungete poi i ceci scolati e coprite con abbondante acqua.
Cuocere a fiamma bassa per  un’ora e mezza, due ore o  finchè i ceci non si inteneriscono. A cottura quasi ultimata, aggiungete i pomodori secchi rinvenuti in acqua tagliati a listarelle e poco sale grosso. Il pomodoro, in qualunque forma, andremme messo sempre alla fine  della cottura dei legumi, perchè creando un ambiente acido farebbe restare dura e poco digeribile la fibra vegetale.  Lasciate cuocere la zuppa altri 15 minuti per insaporire ed  amalgamare i sapori, regolandone la densità aggiungendo altra acqua.
Una volta pronta, prelevatene 1/3 e frullatela con il minipeemer fino a ridurla a crema e poi riaggiungetela al resto della zuppa mescolando.
E’ già buonissima così, servendola fumante con un giro di buon olio evo ed un pizzico di erbe aromatiche aggiunte fresche.


Per trasformare questa zuppa di legumi in un piatto completo, la volevo gustare non con i  soliti maltagliati, che suona tanto di approssimato e rimediato, ma con qualcosa di più “elegante”;  così ho preparato appositamente  i “Benserviti”: un piatto così buono merita anche una degna presentazione! 😉
Ho semplicemente realizzato delle larghe tagliatelle con circa 150gr di farina semintegrale, acqua quanto basta ed un pizzico di curcuma, tagliato con la rotella, lasciato asciugare una notte e spezzato poi le tagliatelle ormai secche  in più punti con le mani.
Tuffate i Benserviti nella zuppa in ebollizione, cuocete due minuti ed impiattate aggiungendo un abbondante  cucchiaio di olio evo!

Allora Buon appetito!

Con questa ricetta partecipo al Concorso di cucina: “Olio, Erbe e Fantasia”

Non posso quindi non tributare gli ingredienti protagonisti del Contest che fanno di questa zuppa un piatto sano, aromatico e dalle proprietà antitumorali, riportandone alcuni straordinari benefici:

L’olio extra vergine di oliva: ciò che rende davvero speciale  è la sua funzione preventiva nei confronti di moltissime patologie.  Gli effetti salutari di questo prezioso nutrimento riguardano l’apparato digerente agevolando le diverse fasi della digestione, le malattie cardiovascolari riducendo il colesterolo circolante e la pressione e le patologie tumorali.
Studi dimostrano che è l’olio extra vergine d’oliva, insieme ad una dieta ricca di vegetali e frutta fresca, sono l’arma primaria per impedire l’insorgenza del cancro.
Il suo utilizzo  l’utilizzo è un ottimo coadiuvante in alcuni processi che possono inibire l’insorgenza del cancro,  di aiuto alla prevenzione ed efficaci anche nella cura delle patologia tumorali, per la presenza dell’acido oleico e della luteina, fondamentali per la fluidificazione della membrana cellulare.
Il rosmarino: con le sue proprietà  anti -infiammatorie, anti-batteriche, anti-fungine antisettiche, stimolanti, diuretiche proprietà curative,  rafforza il sistema immunitario . Il suo uso regolare  mantiene giovani e migliora la circolazione sanguigna, aiutando soprattutto chi si sente privo di forze e debilitato. Grazie ai suoi potenti antiossidanti il rosmarino svolge un ruolo protettivo dei riguardi del fegato, organo che risente più di tutti gli effetti dello stress anche alimentare ed è un’arma naturale per la prevenzione dei tumori dell’apparato digerente.
La salvia: un antico proverbio recita più o meno così: ” chi ha la salvia nell’orto possiede salute nel corpo”. Avendo proprietà antinfiammatorie, battericide, balsamiche ed espettoranti è indicata per la prevenzione e la cura di patologie delle vie respiratorie come tosse, raffreddore asma e irritazioni della gola. La salvia ha la capacità di stimolare la secrezione dei succhi gastrici ed è quindi considerata un ottimo digestivo.
La curcuma: la curcumina, contenuta in essa, risulta utile a contrastare l’insorgere di almeno otto tumori: colon, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni, mammelle e leucemia. La curcuma viene impiegata nella medicina tradizionale indiana e in quella cinese come disintossicante dell’organismo, in particolare del fegato e come antinfiammatorio, e queste proprietà salutari oggi vengono confermate dalla medicina ufficiale, anche alla luce dei numerosissimi studi e scoperte che la scienza attuale ha ufficialmente confermato. La cosa che ha “catturato” l’attenzione degli studiosi è il fatto che nei paesi asiatici e in particolare in India, dove il consumo di curcuma è altissimo, l’incidenza dei tumori è molto bassa. Molto interessanti le proprietà antiossidanti della curcumina che sono in grado di trasformare i radicali liberi in sostanze inoffensive per il nostro organismo oltre naturalmente a rallentare l’invecchiamento del nostro patrimonio cellulare.

 

  1. Perfetta per il contest…. ma non solo!!!! Ottima, cremosa, calda avvolgente. 😛

    • Quanto mi piacciono la tua sfilza di aggettivi, e questo piatto li merita davvero tutti! :mrgreen: Come è andato il primo giorno di lavoro?

      • Un solo aggettivo mi sembra riduttivo per descrivere un piatto, quando assaggio una mia nuova ricetta, ho mille sensazioni, senti il gusto, l’aroma, la consistenza. Quando guardo una nuova ricetta e leggo gli ingredienti riesco ad immaginarmi le sensazioni, da qui nascono gli aggettivi, cerco di eprimere quello che sento…. Il secondo giorno è andato bene!!!! mi piace il mio lavoro, ma alla sera sono distrutta, ora vado a dormire 🙂

  2. bellissima questa ricetta!! ottima sia per il gusto (che posso immaginare, al momento) sia per le proprietà che racchiude, ed è un pasto completo. Brava marta 🙂

  3. Ciao Marta
    finalmente riesco di nuovo a leggere le tue invitanti ricette dopo un periodo di lontananza da internet, causa frequenti viaggi!!! 😉
    La zuppa di ceci la preparo spesso anch’io ma senza le erbe aromatiche e pomodorini, la prossima volta proverò la tua versione, come sei sempre sei originale! 😀

    Al più presto dovrò leggere la fine del viaggio in Thai, ma se poi compro un biglietto per BK?!!! 😉

    A presto
    Monica

    • tranquilla Monica, passaquando puoi tanto per un pò non mi muovo…
      provali così i ceci, secondo me hanno una marcia in più!
      Meglio! Se compri il biglietto almeno hai già un’idea di dove andare…ti aspetto nei post del viaggio allora 😉

  4. Da provare, ma così ricca di spezie e profumi sarà sicuramente ottima. In bocca al lupo.

    • Grazie, ma l’importante è davvero partecipare con una ricetta vegan in un concorso come questo durante la settimana di prevenzione dei tumori…
      Non mi risulta infatti che la carne prevenga il cancro, tutt’altro…

  5. La faccio simile ma mi hai colpito con i pomodori secchi!
    Gnam!!!!

  6. Raffy77 says:

    Piatto super sano! 😀

  7. complimenti Marta, stupisci anche con i piatti semplici!
    ottima ricetta per il contest, completa e gustosissima, mi piace molto come l’hai presentata!
    un abbraccio

  8. Bravissima è una bellissima ricetta, originale anche il formato della pasta, a me piacciono molto le ricette semplici perché sono ricche di gusto, nutrienti e sane! Bella zuppa di pasta e ceci.
    Per il contest hai scritto a Nicole? 😉

  9. Cesca*QB says:

    Belle foto, rendono alla perfezione la bontà di questo piatto che riempie già lo sguardo di gusto, ma sono certa che è garantita anche la goduria delle papille…non solo delle pupille ;-))

    • In effetti, vista l’occasione, ho voluto pensare anche alla forma oltre che alla sostanza ed il risultato ci ha soddisfatto molto. Ormai questa zuppa è un mio cavallo di battaglia con il quale vado sempre sul sicuro 😉

  10. SamWhity says:

    La tua versione coi pomodori secchi è tutta da provare!!! 😀
    Complimenti per la ricetta e auguri per il contest, sia mai che si riesca a dare un segnale FORTE su quanto di sano – e non solo quindi di etico – ci sia nella nostra scelta! 😉

  11. Beh che dire, buonissima e bellissima. Rustica e delicata al tempo stesso, bella bella bella! 🙂 Nicole

    ps: grazie a tutte voi che mi state sostenendo con questo bel progetto, per voi sarò un giudice di parte 🙂 ihihih

  12. Oh, ma che bontà questo piatto, e anche le foto sono belle ed eleganti! Ceci, salvia e pomodorini secchi è un mix che voglio proprio assaggiare, chissà che profumo. Molto interessanti anche le “info” sui vari ingredienti, in effetti oltre che buoni, questi alimenti sono davvero preziosi, meglio delle medicine!

  13. Non li avevo mai visti i “benserviti”…che nome carino che hanno ^___^
    Questo piatto, oltre ad essere nutrizionalmente completo, è anche molto bello a vedersi e poi, beh, deve essere una meraviglia da gustarsi piano piano 🙂

    Una curiosità, resterete ancora a lungo in Cina? O magari avete sempre deciso di restare lì a tempo indefinito ed io non lo sapevo, nel caso scusa 🙂

    • Ti piace il nome, grazie! Mi è venuto su due piedi pensando a quale poteva essere il contrario di “maltagliati”! 😉
      Hai ragione: ci vuole anche un pò per gustarlo, lentamente ma inesorabilmente…
      No, magari! A fine Luglio rietriamo… Aspettatemi allora se qualcuno volesse organizzare un bel raduno di veganblogger!! 😛

  14. Adoro i ceci, sono il legume che preferisco 🙂 Anche se secondo le regole dei gruppi sanguinei dovrei starne lontana 🙁
    Ps: mi hai ricordato che devo ripublicare la ricetta che ho inviato per il concorso, sono talmente con la testa in aria 🙁
    Ho fatto anch’io una pasta con legumi esattamente questa che andrò a ripublicare http://magiedichicca66.wordpress.com/2011/03/18/maltagliati-al-ragu-di-fagioli/
    🙂

    • Ognuno è certamente libero di mettere quello che vuole nel proprio piatto, ma non credo assolutamente alla dieta dei gruppi sanguigni ne ad altre diete che dicono “Tu questo e tu quello!”!! La conosco ma non condivido affatto: alcuni gruppi dovrebbero cibarsi soprattutto di carne :roll:, non scherziamo!!!LE’ risaputo che le diete alto proteiche portano dritte, ed inutilmente dal dottore…Il nostro cibo elettivo è solo uno, il resto è gola, gusto, convivialità e capacità di scelta.
      Sì, ripubblica, sono curiosa di vedere anche la tua ricetta in concorso!! 😛

  15. Meraviglia dei sapori semplici. Tra questa zuppa e i panini meravigliosi del post precedente ci hai stesi :-)!

  16. Buonissima! Ci e’ piaciuta molto!
    Lo fatta solo in versione zuppa senza la pasta, poi Neo ci ha messo la piada di Simone dentro 😉
    XO

Lascia un Commento.

You must be logged in to post a comment.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Premium Wordpress Themes Free Wordpress Themes