Dic 19, 2011

Posted by in Blog, gluten free, Ricette, tutto legumi | 13 Comments

Lenticchie mediorientali


Questa ricetta l’ho fatta in Cina poco prima di rientrare e ve la propongo perchè ci ha piacevolmente sorpreso: gli ingredienti abbinati in modo originale e le  spezie non convenzionali non facevano di certo presagire il suo successo, che è arrivato del tutto inaspettato, anche per i palati più tradizionalisti di casa.
Alla mia piccola in particolare sono piaciute tantissimo e mi ha chiesto più di un bis :-P!

Ingredienti:
200g di lenticchie
1 cipolla rossa
2 spicchi di aglio
1 foglia di alloro
½  cucchiaino di semi di cumino
foglie di  coriandolo a piacere
500g di spinaci
q.b. olio evo
q.b. di tamari
il succo di un limone

Procedimento:
Dopo un paio di ore di ammollo, cuocete le lenticchie coperte di acqua con una foglia di alloro per circa mezzora. Scolatele e mettetele da parte.
Cuocete anche gli spinaci: dopo averli lavati per bene e sgocciolati, io li metto in un pentolone senza acqua (a parte quella che resta sulle foglie dopo il risciacquo) e li lascio sul fuoco pochi minuti. Scolateli, strizzateli, tagliuzzateli grossolanamente e mettete da parte anche gli spinaci pronti.
Affettate la cipolla, tritate gli spicchi di aglio e fateli rosolare in un’ampia padella con un filo d’olio e poca acqua per dieci minuti. Quando la cipolla sarà asciugata e dorata e l’aglio avrà sprigionato il suo aroma, aggiungete anche i semi di cumino e lasciate insaporire qualche minuto.
Unite allora gli spinaci e le lenticchie facendo amalgamare i sapori.
Servite il piatto tiepido irrorandolo con il succo di limone, il coriandolo (o prezzemolo) tritato, olio evo e tamari a piacere.
Io  ho accompagnato queste inusuali lenticchie con un croccante rostì di patate e si sono trasformate in un piacevole piatto unico e gluten free!

  1. Invitante…… un bellissimo e buonissimo piatto unico. Le fotografie sono stupende rendono perfettamente l’idea della bontà del piatto!!! complimenti 🙂

    • Sì, è anche una preparazione semplice ma particolare e non banale…ma il merito delle belle foto è anche dei nuovi piatti cinesi…sono pazza, non resisto, ogni tanto ne compro qualcuno nuovo solo per le foto 😛

  2. Ciao Marta visito il tuo blog solo oggi (ti ho scoperto dal blog di Chicca) e trovo bellissime ricette!!
    Vedo anche che vivi in cina momentaneamente, chissà che bella esperienza educativa soprattutto per tua figlia!
    Immagino non sia facile trovare certi ingredienti anche se a dire il vero te la cavi stupendamente!
    questo piatto mi piace un sacco..ma come si fa il rostì di patate?
    In bocca al lupo, buona permanenza e a presto!!!

    • Ciao Lallabel, sono contenta di trovarti anche quì! Passa quando vuoi (o per comodità registrati come follower)così che ti terrò aggiornata con ricette e vita in Cina. Ti ringrazio, faccio del mio meglio anche se non sempre è facile, io ce la metto tutta 😀
      Sul rostì non mi sono dilungata per la sua banalità: grattugia la patate, strizzale per bene, condiscile con sale e noce moscata a piacere e schiacciale su una padella calda fino ad avere un tortino sottile: lascia cuocere qualche minuto per lato ed abbrustolire, tutto quì 😉
      Se ti fa piacere, continua a seguirmi: tanta Cina già è su blog ma altra ne arriverà, a presto 😛

    • Certo che mi fa piacere, quando capisco come si fa mi registro come follower!!
      Grazie per il rostì, immaginavo ma non ne ero sicura!
      a presto!! (anzi buonanotte..(immagino sarai a letto) 😉

      • Basta che cerchi in fondo sulla colonna a destra lo spazio “subscrive my blog”: scrivi la tua mail e clicchi “subscrive Now”, tutto quì!
        Se avessi qualche difficoltà fammelo sapere…
        …anche per me è pomeriggio, se leggi gli ultimi post scoprirai che ora sono in Italia 😉

  3. Tatyana says:

    La ricetta per i rosti?!

    • Talmente banale che non ho pensato di metterla, sorry!! 😉
      Grattugia un paio di patate, le sali un pochino, se vuoi o sono molto acquose lasci che perdano un pò della loro acqua in uno scolapasta e poi in un piatto le condisci con la noce moscata e altro sale se credi. Scaldi una padella con poco olio ungendo bene il fondo, versi le patate grattugiate cercando di modellarle ed appiattirle facendone un tortino meglio se non più alto di un centimetro. lo fai cuocere a fiammma media 6-7 minuti per lato e poi lo giri con una paletta! fatto!!!

  4. Tatyana says:

    SUCESSONE! Un ottimo sposo dei gusti, Simone e’ entusiasta e chiede il piato settimanalmente! 🙂
    p.s. i rosti mi sono venuti così così anche se ho lasciato le patate perdere l’acqua dentro il scolapasta per almeno mezz’ora, cmq riprovo!

    • troppo forti le tue esclamazioni in italiano!!! Mi fai morire dal ridere!!
      Sono contenta che vi piace come a me invece a Luca non dice gran chè per via del cumino che sono costretta così ad aggiungere a parte ma non è lo stesso…Linda invece apprezza!
      Ritenta per il tortino di patate, bisogna trovare la giusta dose di calore per fare la crosticina facendolo comunque cuocere bene anche dentro e la giusta compattezza! E poi anche delle patate decenti!! Riprova che andrà di sicuro meglio 🙂 Biaciiiiiiii!!

Lascia un Commento.

You must be logged in to post a comment.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Premium Wordpress Themes Free Wordpress Themes