Mar 21, 2012

Posted by in aggiungi il tofu a tavola, Blog, pane, pizza, torte e sfizi salati, Ricette | 28 Comments

Spicchio di prato in fiore


Il nome di questa torta salata deriva dai suoi colori, dagli ingredienti presenti e dal motivo della decorazione fatta con la brisè che mi evocano la bellezza e la prepotenza energetica della primavera suzhouese, che quest’anno però tarda ad arrivare.
Visto che per noi sarà l’ultima, speriamo almeno che sia lunga e splendida….
Stamattina il primo timido sole: che sia mio marito, oggi di ritorno finalmente dall’Italia, a  portarcela a casa?! 😉

Ingredienti per la pasta (stampo da 28cm)
100g di farina tipo 0
80g di kamut integrale
50g di olio di oliva
1 pizzico di sale
Acqua q.b.

Ingredienti per la farcitura
200g di piselli già cotti al vapore
100g di onion flower
250g di tofu
1 spicchio di aglio
2 cm di zenzero fresco
1 cucchiaio di tamari
2 cucchiai di olio evo
q.b. erba cipollina
q.b. di sale

Procedimento:
Preparate la base impastando brevemente gli ingredienti e mettetela a riposare mezz’ora in frigo.
Nell’attesa preparate il ripieno: sbollentate il panetto di tofu per 2 minuti in acqua bollente e poi mettetelo a scolare. Io lo faccio perché lo acquisto pronto al mercato: il venditore sembra così attento e scrupoloso ma dell’igiene nella lavorazione mi fido poco, così lo scotto un attimo e stò più tranquilla in ogni preparazione 😉
Prendete l’onion flower, questo:

Lavalelo, tagliate la punta e riducetelo a rotelline. Se non lo trovate, moooooolto probabile 🙁 , potreste sostituire con asparagi e porro, perché ne ricorda tanto il loro sapore fuso insieme; molto piacevole.
Saltatelo per due minuti nello wok con l’aglio e lo zenzero tritati e poco olio. Aggiungeteci i piselli cotti, il tofu passato allo schiacciapatate, l’erba cipollina ed il tamari ed  insaporiteli quanto basta. Se vi serve regolate ancora di sapidità.
Rivestite con  poco più di metà della pasta uno stampo coperto di carta da forno e versate all’interno il ripieno raffreddato. Accendete il forno a 180°.
Ora fate spuntare un reticolato e dei fiori dal prato!
Preparate prima la griglia di pasta e poi con l’avanzo di impasto realizzate i fiori.
Per le roselline niente di più semplice, solo 10 minuti di manualità non troppo fine aiutata da Linda.
Prelevate delle piccolissime palline dall’impasto: per primo fate il bocciolo rotolandone una tra le dita fino ad ottenere un cono e poi passate ai petali: prendete una pallina di impasto e schiacciatela tra pollice ed indice fino a renderlo un dischetto sottile, appoggiatelo  sul bocciolo di pasta girandolo intorno e facendolo aderire alla base e proseguite così aggiungendo altri  petali tutt’intorno, sovrapponendoli appena e modellandoli leggermente,  fino ad avere una bella rosellina aperta.
La piccola è stata bravissima ed ha poi voluto che con le due palline avanzate realizzassi delle foglioline 😉 “Tesoro de mamma, volemo cenà?” – le ho detto in jesino, ma niente, finchè il prato non era come  voleva lei non l’ho potuto infornare…


Infornate per circa 30 minuti e gustatela.

Queste foto serali purtroppo non rendono molto i colori, ma era davvero molto bella oltre che gustosa ed aromatica!

Ovviamente, come compenso per la “manovalanza”, i fiori salati del nostro giardino impiattato  se li ha pappati tutti la piccola aiutante!!
Buona primavera a tutti!!!! 😛

  1. bellisssssssssima !!!!! appena torni è la prima cosa che voglio assaggiare;-)

    Elena

  2. La vena artiatica non l’hai proprio persa,!!!!!!!!!!! ti sbizzarrisci é?^_^ (mm)

  3. Che bella!!!!!
    Fa un figurone!!!!
    Wow!!!

    Sono contenta che l uomo di casa vi raggiunga, immagino la felicita’ di linda 🙂
    Anche io avrei rubacchiato tutti quei fiori 😉

  4. Ciao Marta
    come sempre stupisci non solo con i sapori e gli abbinamenti ma questa volta anche con gli occhi, è un capolavoro! 🙂
    Ieri pomeriggio mi sono letta tutti i tuoi post che avevo in arretrato, la conclusione del viaggio in Thai, magnifico ho rivissuto con te il mio lontano viaggio, ho scoperto una cosa nuovo, la filosofia dell’igienismo, di cui ne avevo sentito parlare ma non avevo trovato molti articoli a riguardo e infine tutte le buonissime ricette…. insomma un bel pomeriggio in “tua” compagnia! 😉

    Ancora non mi sono cimentata nella preparazione della pasta brisè, devo al più presto provare, anche se sono pasticciona con gli impasti!! ti dirò…. 🙂

    Ciao
    Monica

    • E’ un piacere passare del tempo insieme, anche senza saperlo…
      La brisè così è semplicissima, prova! Ormai io la faccio in versione light senza margarina perchè piace lo stesso a tutti!

  5. È questa? Deve essere squisita!!! Anche se non ho idea di che sapore puo avere l’onion flower.. 🙂 Io gli asparagi già li so trovando 😛 . Magari li conservo e poi te li porto quando verrò a casa tua per il dolce al cocco 😀 .

  6. Raffy77 says:

    WOW!!!Sei bravissima! 😛

  7. Che bellezza, peccato per l’ortaggio introvabile ma bellissimo, poi questo è come hai detto il mese degli asparagi e dei porri quindi 🙂
    Comunque una bellissima torta salata complimenti come sempre, tante idee sfiziose e meravigliose.
    Quì la primavera è “esplosa” tra profumi, colori e sole… Ed è esplosa anche nei piatti 😆
    Si sta divinamente, spero che anche per voi arrivi la bella primavera ad allietare le giornate! 😛

  8. Ma che decorazioni meravigliose hai fatto?! Vivendo a Genova, poi, non possiamo che subire il fascino della torta salata :-). Anche noi prediligiamo la farina integrale, il gusto un po’ grezzo è imbattibile. E lo zenzero? Che delizia!

  9. Complimenti, è bellissima!!! ma è sicuramente buonissima, il ripieno mi stuzzica tantissimo, un bel mix di ingredienti gustosi!!!! bacione

  10. che meraviglia!!! sa proprio di primavera.. invece sarei molto curiosa di assaggiare personalmente questi onion flower.. non dispero, so che il mercato ci verrà incontro un giorno o l’altro 😉
    complimenti alla piccola aiutante, proprio brava! e a te, naturalmente!!

  11. No ma daiiiiii non si puòòòòò è troppo bella!!! Ma quanto sei brava….

  12. violetta says:

    Marta da noi a saluzzo in provincia di cuneo ha appena aperto un alimentari cinesi e devo andare a dare un occhiata magari trovo quest’ortaggio cosi provo la tua torta spaziale in originale…!!!!ti farò sapere. comunque hai delle mani d’oro io non so se riuscirò a riprodurre queste rose bellissime

    • Ciao Violetta! Mi piace un sacco creare e manipolare e la cucina è un buon posto dove dare sfogo ad entrambe le passioni… Dai facci un salto che magari trovi l’onion flower, la foto l’ho messa apposta così che se vi ci imbattete lo riconoscete di certo 😉

  13. Semplicemente meraviglioso questo praticello fiorito 😉

  14. Anche questa specialità ci è piaciuta tanto! sopratutto a Simone! 😉
    Ti vedo chiedere però come che il ripieno ti è venuto così omogeneo, hai frullato il tutto per caso?

    • me la ricordo anche io con piacere, impossibile riprodurre da quì lo stesso gusto…
      sai che non mi ricordo, a vedere dalla foto forse una frullatina all’impasto gliel’avevo data 😉

Trackbacks/Pingbacks

  1. Risotto primavera | New Horizons @ Human Graphia - [...] integrale 1 carota 1 cipolla ½  porro 2 manciate di piselli 1 manciata di fagiolini 4-5 steli di onion…
  2. Nella cucina di Nikki – Cina | New Horizons @ Human Graphia - [...] anice stellato, pepe nero e cannella) con bastoncini di onion flower che vi ho già mostrato quì. Ha insaporito…

Lascia un Commento.

You must be logged in to post a comment.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Premium Wordpress Themes Free Wordpress Themes