Dic 31, 2011

Posted by in Blog, Feste ed occasioni speciali, Ricette, torte,muffin e crostate, Vivere in Italia | 8 Comments

Strudel con pere e cioccolato della Vigilia

Ed ora vi racconto del compleanno in famiglia. Linda compie gli anni proprio la Vigilia di Natale e, per i precedenti quattro compleanni, in completa ignoranza salutistica ed etica, ho sempre invitato nonni e zia per un ricchissimo cenone a base di pesce 🙁
Ma quest’anno si cambia, ed anche per loro, seppur più rilassata e tranquilla rispetto ai preparativi per il compleanno con gli amici, ho ragionato un pò su cosa servire. I nonni si sa, sono tradizionalisti e, se possono scegliere, decisamente onnivori, così la sfida si presentava ancora più dura rispetto a quella già superata con gli amici di nuova generazione 😉
Niente seitan e tofu quindi, verso i quali sono poco attratta per ragioni vegan-igienistiche ed  ancora poco pratica, così sono partita da ingredienti base della tradizione contadina (pasta, verdure e legumi), aggiungendo (spero) un tocco di innovazione ed originalità!
Eccovi il menù proposto nell’ordine ed impiattato singolarmente come fanno al ristorante 😉 :
Insalata mista con rucola, radicchio e tris di semi tritati

Rotolini in salsa (già visti quì) e palline rustiche con giardiniera

Bavette  in salsa di avocado, pomodorini secchi e panure aromatica

Crostino con cremosa di ceci e zafferano
con pomodorini confit e finocchi grigliati ( Chicca, ci son troppo piaciuti!)

serviti abbondantemente anche a parte e gustati con il mio pane semintegrale ai semi


Fagioli Centerbe con polenta grigliata

E per concludere un trancio di strudel con pere e cioccolato in salsa calda al marsala

Ecco la ricetta del dolce  😉

Ingredienti per la pasta:
200g di farina 0
50g di amido di mais
50g d zucchero di canna
3 cucchiai di olio di riso
2 cucchiai di marsala
1 cucchiaino di bicarbonato
80 ml circa di latte di soia

Ingredienti per il ripieno:
3 pere Kaiser
2 manciate di datteri naturali
2 manciate di noci tostate
½ cucchiaino di cannella
q.b. di Granola o biscotti tritati
50gr di cioccolato fondente a pezzetti

Ingredienti per la salsa al marsala:

600 ml di latte di soia
15g di amido di mais
30g di margarina
50g di zucchero di canna
½  cucchiaino di curcuma
3 cucchiai di marsala

Procedimento:
Per prima cosa preparate la pasta dello strudel: si può fare anche in anticipo di un paio di giorni o di più è congelarla; una comodità quando le cose da fare sono mooolte 😉
Mescolate velocemente tutti gli ingredienti unendo prima le polveri e poi i liquidi. Lo zucchero può essere anche omesso, il risultato, già ritestato, è comunque ottimo.
Riponete la massa a riposare una mezz’ora ed occupatevi del ripieno: tagliate a dadini le pere, fatele appassire leggermente in padella insieme ai datteri tritati ed alla cannella, per far perdere parte della loro acqua e reidratare la frutta essiccata. Fate freddare e mettete da parte.
Occupatevi ora della salsa al marsala: in un pentolino mescolate le farine con poco latte fino ad ottenere una cremina densa. Portatelo sul fuoco ed unite il resto del latte, lo zucchero, la margarina e 2 cucchiai di marsala. Portate dolcemente a bollore mescolando di continuo con un cucchiaio di legno e fate addensare qualche minuto. Per velocizzare un po’ l’operazione, scaldate a parte il resto del latte prima di aggiungerlo alle farine così che la crema arriverà all’ebollizione più velocemente.
Se a questo punto vorrete aggiungere un pizzico di vaniglia per bilanciare l’aroma del marsala, male non ci sta di sicuro.
Appena intiepidisce aggiungete l’ultimo cucchiaio di marsala e mescolate.
Per non farla indurire in superficie durante il raffreddamento potete girarla spesso mentre raffredda o coprirla con pellicola a contatto.
Ora riprendete la pasta, stendetela sottilmente con il mattarello, rifilatene i bordi per avere un rettangolo regolare ed adagiatela sopra uno strofinaccio pulito ed infarinato, per semplificare la successiva operazione di arrotolamento.

Cospargetela con le briciole di granola o di biscotti veg, distribuite il composto di pere e datteri, le noci tostate e tritate grossolanamente ed il cioccolato in scaglie.

Ripiegate in dentro i bordi ed iniziate delicatamente ad arrotolare anche con l’aiuto dello strofinaccio…


Una volta pronto lo strudel, vista l’occasione, l’ho arrotolato su se stesso per ricordare la forma di una torta, rifinito le estremità con della pasta in avanzo, sistemato su uno stampo rivestito di carta da forno e cosparso di zucchero a velo, ma voi lasciatelo pure com’è, comprimendo un po’ le estremità, nella sua forma lunga e stretta tradizionale.

L’ho infornato a 170° per mezz’ora circa ed ecco il risultato:

La decorazione fatta è semplice (in fondo mia figlia la sua bella torta l’aveva già avuta!) ma golosa: ho sciolto altri 50g di cioccolato fondente, l’ho colato in un cono di carta da forno e disegnato delle foglie e dei fiorellini rifiniti con un confettino argento al centro. Una volta freddi ed induriti ho iniziato a far lavorare la fantasia…

Li ho sistemati a mio gusto sullo strudel raffreddato ed infilato ancora (e tre!!) , ma per l’ultima volta quest’anno 😉 , altre 5 candeline!!

Per servirlo, ho coperto un piattino da dessert con 2-3 cucchiai di salsa al marsala ben scaldata, decorato con foglie e fiori di cioccolato e sistemato sopra il trancio di strudel! Che bontà!! Le diverse consistenze, gli aromi, il contrasto di temperatura hanno reso questo dolce fine pasto una degna conclusione di una cena di Vigilia  graditissima!!!
Ah! Vi ricordate i ritagli di pasta avanzata! Sono diventati una piccola merenda improvvisata: li ho reimpastati, stesi sottilmente, tagliati a triangoli alti e stretti, posizionato su ciascuna base un anacardo,  qualche uvetta ed arrotolato dal lato corto per tutta l’altezza del triangolo di pasta.

Infilato in forno insieme allo strudel ma per soli 15 minuti e poi sgranocchiati. L’assaggio ci ha convito  ed ha anticipato che lo Strudel della Vigilia sarebbe stato un successo 😀 !!!

Anche tutto il resto della cena ci è piaciuto molto, o almeno così hanno detto i commensali: mia sorella, vegana come noi, era entusiasta di ogni proposta e ad ogni boccone si complimentava, i miei genitori vegani tendenziali, ma più per necessità che per scelta (visto che mia sorella vive ancora in casa loro!) hanno gradito e spazzolato con gusto. Anche i suoceri sembravano sinceri nell’assicurarmi che tutto era di loro gradimento, ma non sono  sulla strada della svolta, credo ci assecondino per affetto, ma non sembrano interessati, peccato…
E Linda?! Ovviamente più presa dai regali appena scartati che dal menù, ha mangiato l’insalata,  di gusto gli antipastini freddi, un piattone di pasta, qualche assaggio  su richiesta al resto e per finire il suo bel pezzo di dolce, ma non prima di qualche scatto di famiglia,  quando  lo strudel era ancora tutto intero…

Nonni e zia…ed uno scorcio della mansarda di casa mia 😉

Lo so, siamo un pò in ritardo, ma le feste non sono ancora finite e quindi valgono lo stesso:
così noi tre vi facciamo gli AUGURI ADESSO!!!!!!!!
😀 😀 😀

Ai lettori frettolosi ed a quelli attenti
a quelli di passaggio ed ai fedelissimi
a chi non commenta ed a chi non manca mai di farlo
a chi prova le ricette, prende spunto o si ripromette sempre di farlo
a chi è vegan, a chi non lo è ed a chi lo diventerà
a chi mi ispira, mi apprezza e mi stimola a far sempre meglio
a chi ci segue, ci supporta,  ci ama e si emoziona con noi anche a distanza…
BUON ANNO A TUTTI E GRAZIE DI CUORE !!!!!!!!!!!!!

  1. Buon anno a tutti voi!!!!!! bellissime le ultime foto, le famiglie riunite……… quanto vi somigliate tu e tua sorella!!!! io sono esattamente l’opposto con la mia 🙂 Bellissimo menù, degno di un ottimo ristorante, lo strudel poi è goloso, invitante, appagante!!!! Bravissima!!!!! e ancora complimenti per tutti il lavoro che hai fatto ;P Siete bellissimi!!!
    Sto aspettando Chicca e Nino, quest’anno li avrò ospiti per festeggiare insieme l’ultimo dell’anno…….. AUGURI A TUTTI VOI!!!!

    • Grazie tante Feli! Lo strudel era davvero il pezzo forte e seppure sazi, lo abbiamo mangiato di gusto!! E che sorpresa mi hai fatto stamattina al telefono 😀 , tu è Chicca dal vivo: giuro che mi sono emozionata! Io ho appena sfornato una ispirazione dal Panfeli, con qualche caloria in più, visto che è per capodanno si può fare. L’odore è incredibile, ti farò sapere. Divertitevi 😉

  2. alessandra says:

    I tuoi post sono sempre pieni di frizzante energia.Grazie per quest’anno con te , la tua stupenda Linda e la tua esperienza in Cina, i tuoi racconti pieni di foto e ironia.Auguro a tutti voi un meraviglioso anno nuovo!Baciiiiiiiii

    • Grazie per seguirmi con affetto e curiosità: questo è stato un anno fantastico per la mia famiglia e soprattutto per me, denso, pieno di sorprese e nuone avventure: lo stop del lavoro, il trasferimento in Cina, gli incontri, la nuova alimentazione vegana, tutte insieme, e condividerle con tutti voi le ha arricchite ancora di più! Una splendido 2012 anche a te, Baciiiiiii 😀

  3. Che dolce stupendo… E vogliamo poi parlare del menù ???
    Sei instancabile Marta, complimenti ! 😉

  4. Grazie a te Marta per tutto questo e per tutto quello che ancora ci regalerai con la tua favolosa cucina!
    Linda ha strafesteggiato quest’anno 🙂 ma merita tutto questo… Certo ti sei dovuta davvero impegnare per preparare sempre piatti gustosi e stuzzicanti!
    Davvero complimenti Marta… Anche questi piatti sono bellissimi e sicuramente buonissimi!!!!

    • Sì, quest’anno non riusciva a smettere di soffiare sulle candeline. Ma è stato un anno intenso e ricco di cambiamenti anche per lei che ha affrontato tutte le novità (città, casa, scuola, alimentazione , amici…) con il sorriso e fiducia in noi: si è davvero strameritata tutto 😛

Lascia un Commento.

You must be logged in to post a comment.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Premium Wordpress Themes Free Wordpress Themes