Crema di castagne d’acqua


Questa crema è una deliziosa e sostanziosa merenda o un leggero ma energetico pranzo che mi capita spesso di fare.
Mi da anche l’occasione per presentarvi un altro particolare frutto che trovo al mio mercatino suzhouese.
Sono le castagne d’acqua che delle nostre castagne hanno solo vagamente le sembianze, per rotondità, compattezza e colore, ma in realtà nascono nell’acqua, si puliscono facilmente  con il coltello dato che la loro buccia è tenera, la polpa  è di un bianco candido ed è leggermente dolce e succosa. La consistenza croccante è una via di mezzo tra una mela e la noce di cocco e di quest’ultima ricorda tanto il sapore.
Io le adoro crude ed è così che ve le presento in tutta la loro discreta dolcezza e succosità ma nella cucina cinese si consumano soprattutto cotte, tritate e mescolate ad altre verdure  o per farcire ravioli ed involtini. Magari proverò…
I locali assicurano che si trova anche la loro farina e che può essere usata per addensare, tipo la nostra maizena e similari, vai però a trovarla senza sapere leggere le etichette, uffffffff !!
Ma io intanto me le frullo così al naturale perchè credo diano così il loro meglio 😉

Ingredienti:    
2 banane mature
10 castagne d’acqua
1 cucchiaio di succo di limone
1 pizzico di cannella

Procedimento:
Se avrete la fortuna di trovarle in qualche Asian Market farete in un attimo.
Sciacquate e sbucciate le castagne ed unitele alle banane a rondelle.

Aggiungete il limone, la cannella e frullate con il minipeemer fino alla cremosità desiderata. Mi capita anche di variare le dosi in base alla corposità che mi va: per averla più densa e naturalmente dolce si aumenta la percentuale di banane, si avrà più morbita e fresca invece con più castagne d’acqua.
Spolverate con altra cannella e via di cucchiaio!

Sembra che si trovino anche in barattolo ma dubito abbiano lo stesso sapore di quelle fresche…
Allora, se vorretere conoscere il vero gusto di questo particolare frutto, dovrete venire a trovarmi!  Ho ancora qualche altro giorno tutto per voi 😉
Io intanto continuo ad abusare del loro gusto unico ed a sgranocchiarle al posto delle patatine  fin tanto che potrò!

22 commenti su “Crema di castagne d’acqua”

  1. Deve essere deliziosa questa merenda, girerei il mondo solo per poter conoscere ed assaggiare tutti i frutti strani che madre natura ci regala in ogni dove :-)Cosa darei per poter venire veramente a trovarti! Ah! 😀

  2. le conosco e ne ho fatto una versione budino per la stagione invernale, l’idea della crema a crudo non è niente male e molto adatta a questa stagione calorosa……….ti lascio il link così puoi sbirciare e magari trasformare in versione vegan, ciauzzzzzzz

    htpp://viaggiarecomemangiare.blogspot.it/2011/02/budino-alle-castagne-dacqua-e-ribes.html

  3. Ma che sfizio queste castagna che crescono nell’acqua, quante curiosità 🙂 belle e simpatiche! Curiosa di assaggiarne e conoscerne il sapore, ma al momento mi accontento della tua descrizione e della volto golosa! Davvero una ricetta sfiziosa e nutriente!

  4. Lo sapevo che avrei acceso la vostra curiosità, succede anche a me quando al mercatino trovo qualcosa di nuovo: lo prendo subito e lo assaggio e non sono rimasta mai delusa!
    Conoscere tanti altri regali della natura è stato uno delle tante scoperte di questa esperienza: assaggiarli, goderne a sazietà e fotografarli è come portarmene un pò a casa 😉
    Provate a cercarle, non si sa mai che in qualche asian market non le scoviate.
    Grazie ragazze per appassionarvi anche voi dei miei incontri fruttariani 🙂

Lascia un commento