The Spring Festival – Il Capodanno Cinese



Questa notte è stata per i cinesi il nostro ultimo dell’anno.
Già dal mattino le strade erano quasi deserte e nel pomeriggio i negozi ed i supermercati erano insolitamente poco affollati; qualche botto e fuoco d’artificio ogni tanto, ma fin quì, tutto nella norma .
Già dall’ora di cena qualcosa inizia a cambiare: gli spari cominciano ad essere incessanti e provengono da ogni angolo della strada. Da ogni finestra della casa si poteva assistere a spettacoli pirotecnici contemporaneamente.
Abbiamo capito, stasera ci si addormenterà tardi. Tireremo alla lunga a tavola e poi ce la caveremo con un film.
Dalle 23 alla mezzanotte sembra un bombardamento! Però la vista è magnifica e dall’undicesimo piano, in una notte molto limpida, godiamo di uno spettacolo mai visto ed in più, al caldo di casa nostra ed in primissima fila! I fuochi d’artificio ed i giochi di luci colorate a ritmo di musica che si specchiano sul lago poi, sono stati incredibili. Linda corre da una finestra all’altra guidata dal rumore dei botti per non perderne nessuno. Alle 11.00 la mettiamo a letto ed incredibilmente si addormenta subito.
Bene, bello! Si era fatta l’una di notte ed i ritmo degli spari era ancora incalsante. Il film era finito e metà non siamo riusciti neanche a sentirlo per il rumore assordante, il sonno cominciava ad essere serio e per noi la festa poteva anche finire lì. Ma non per loro!
Ad un certo punto ha preso anche fuoco una parte di prato sotto casa nostra e, quando le fiamme cominciavano a minacciare dei poveri alberelli, sono arrivati di corsa due omini che l’hanno spento con gli estintori. Noncuranti, i recidivi dei festeggiamenti continuavano a caricare botti li accanto al mucchietto di cenere e sterpaglie…
Gli spari hanno proseguito tutta la notte ed oggi che è il loro primo dell’anno, ore 9 del mattino, ancora continuano.
Gli omini ripuliscono le strade ed i marciapiedi, caricandosi sulle spalle scatoloni di botti esplosi e ramazzando le strade con rami d’albero utilizzati come  scope improvvisate.
Fuori sembra ci sia la nebbia, invece è tutto fumo e polvere da sparo!
Napoli ed i napoletani a confronto sono dei dilettanti!
Non so come abbia fatto, ma Linda ha dormito tutta la notte e si è svegliata puntualmente. Noi due invece no…

7 febbraio 2011
Ancora spari…!

Il loro 7 febbraio corrisponderebbe al nostro 4 gennaio, ma a differenza nostra, i cinesi continuano imperterriti con i botti, giorno, sera e notte! Cominciano a diventare veramente molesti. C’è anche chi si diverte alle 6.00 del mattino…
Non ho idea di quanti migliaia di RMB (Remimbi: moneta locale) sono riusciti a spendere. Penso che in Italia ci sarebbe venuta una bella manovra finanziaria!
Voci locali confermano che continueranno per giorni…
Voci ottimistiche assicurano che il più è stato sparato. Speriamo sia vero!

Lascia un commento