Piselli e lattuga

Questo è un piatto nato dal bisogno di utilizzare le foglie più esterne di alcuni cespi di lattuga giacenti in frigo, non più perfette e croccanti per un’insalata, loro naturale destinazione.
Si è rivelato davvero interessante: l’amarognolo della lattuga lega perfettamente con la dolcezza dei piselli freschi ma anche il porro fa la sua parte.  Si dovrebbe offendere a chiamarlo riciclo!!

Ingredienti:

5oo gr. di piselli freschi
1 cespo di lattuga
1 porro
olio evo
sale q.b

Procedimento:

Sciacquate i piselli e cuoceteli a vapore (o in acqua bollente appena salata) fino a cottura. Affettate sottilmente il porro e mettetelo a rosolare in padella  con un filo d’olio e poca d’acqua coprendo con un coperchio. Lasciate cuocere a fiamma bassa per 10 minuti e comunque fino a che il porro non risulta morbido e trasparente. Nel frattempo lavate bene la lattuga  e tagliatela a listarelle. Sembrerà troppa, ma vedrete che appena sentirà il calore in padella ridurrà drasticamente il suo volume.  Unitela al porro ammorbidito e appena appassisce, aggiungete anche i piselli cotti e scolati. Fate insaporire il tutto per 5-6 minuti, aggiustate di sale e gustate.
E’ un ottimo piatto unico servito con del buon pane casalingo o un cereale al dente!

4 commenti su “Piselli e lattuga”

    1. Se mi dici che non è un’amante della lattuga , fagliela provare così, non si accorgerà di cos’è. Anche se appena scottata cambia completamente sapore e consistenza ed i piselli addolciscono il tutto! Peccato però, fa così bene cruda: mio marito dopo 30 anni di astinenza da tutto quello che era verde, ora ne mangia un piattone come primo piatto ogni sera… Dai, ce la puoi fare anche tu 😉

  1. Ciao Tesoro!
    È passato un po’ dal ultimo commento ma non è perché non metto a frutto il tuo sito ma perché manca il tempo per provare qualcosa di nuovo e così o me gli inventò io o vado sul sicuro 🙂
    Ieri però ho fatto centro con questo semplice piatto del gusto speciale che poi abbiamo finito al momento! 😀
    Brava, bravissima!
    XO

Lascia un commento