Archivi categoria: pasta e semola

Penne in crema di melanzane con panure aromatica

Questo primo gustosissimo nasce grazie al riuso di un avanzo della “Salsetta col botto” di Mignao pubblicata su Veganblog che, come già lei stessa spiegava nella sua ricetta, ben si adatta a diverse preparazioni.
Io l’ho fatta diventare la base di un condimento per la pasta e, con l’aggiunta di qualche altro ingrediente, si è rivelata un ottimo sughetto per le penne che sono  strapiaciute.

Ingredienti per la salsa di melanzane:
2  melanzane
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di tahin (home made)
uno spicchio d’aglio
sale
pepe
paprika dolce

Ingredienti per il pane aromatico:
1 tazza di pane integrale grattugiato
2 pomodorini secchi
5-6 capperi dissalati
2 cucchiai di gomasio (home made)
2 cucchiai di olio evo
1 spicchio di aglio
prezzemolo
paprika dolce
menta
3 cucchiai di pinoli

Procedimento per la salsa di melanzane:
Bucherellate con una forchetta le melanzane per scongiurare il botto finale capitato a Mignao! Mettetele poi  intere  in una pirofila e lasciatele  cuocere in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti o fino a quando non inteneriscono. Quando le melanzane sono morbide lasciatele raffreddare qualche minuto, pelatele, tagliatele a pezzettoni e  mettetele in una ciotola con tutti gli altri ingredienti per la salsa, frullando col minipeemer fino ad ottenere una crema.

Procedimento per il pane aromatico:
Finché attendete che le melanzane si cuociono, ammollate in acqua tiepida i pomodorini secchi ed iniziate a preparare il pane aromatico. Unite in una ciotola il pane grattugiato, i capperi, lo spicchio di aglio ed il prezzemolo tritati, poi la paprika, il gomasio ed infine i pomodorini strizzati e tritati e l’olio e mescolate gli ingredienti.

In un padellino tostate leggermente i pinoli e poi metteteli da parte. Sulla stessa padella fate dorare per qualche istante ed  a fiamma bassa il pane aromatico, avendo cura di mescolarlo spesso. Una volta pronto unitelo ai pinoli  ed alle foglioline di menta spezzettata.
Scaldate su un’ampia padella la crema di melanzane, saltateci qualche minuto le penne  lasciate al dente ed aiutatevi con un po’ di acqua di cottura della pasta per mantenere una consistenza cremosa poi, fuori dal fuoco, aggiungete un giro di olio evo a crudo, spolverate con il pane aromatico e servite! Buonissimo!!

Spaghetti Suzhou


Questa è una ricettina semplice e veloce nata  da un mix di tante buone idee incontrate gironzolando per Veganblog e che ha soddisfatto vista e gola!

Ingredienti:
250g di spaghetti
1 grossa cipolla
1 spicchio di aglio in camicia
2 carote
200g di funghi misti
3 cucchiai di olio evo
½ bicchiere di birra
erba cipollina tritata
2 cucchiai di salsa di soia
1 pizzico di peperoncino secco

Procedimento:
Dopo aver pulito le verdure, affettate non troppo sottilmente i funghi e saltateli in padella con l’aglio in camicia schiacciato ed un cucchiaio di olio a fuoco vivace, sfumate con la birra e cuocete cinque minuti a fuoco basso incoperchiando il tutto. Una volta pronti mettete i funghi da parte ed utilizzate la stessa padella per stufare la cipolla finemente tritata con un cucchiaio di olio ed  uno di acqua e nel frattempo, grattugiate le carote che poi aggiungerete alla cipolla e farete cuocere  per pochi minuti. Una volta appassite le carote, aggiungete i funghi precedentemente cotti ed insaporite con  una manciata di erba cipollina, la salsa di soia ed il peperoncino. Scolate gli spaghetti al dente e saltateli nel sughetto con l’aggiunta, se necessario, di un po’ di acqua di cottura della pasta. Aggiungete a crudo gli ultimi 2 cucchiai di olio evo e buon appetito!
Questa è l’ultima forchettata…

Orecchiette saracene con broccoli e pomodorini


Questa è la prima volta che mi cimento nel preparare, tutta da sola, le orecchiette.
In Italia le preparavo ogni tanto con mia madre. Sapete, quei pomeriggi invernali, lunghi e noiosi, quei dopo pranzo che non hai sonno ma non ti va nemmeno di correre a  destra e a  manca? Bene, questo era il nostro momento per le orecchiette. Ne facevamo sempre parecchie perché: “tanto che ti ci metti….” Acqua, un pacco di semola rimacinata che in casa si tiene sempre, tavola di legno, chiacchiere e confidenze q.b. e via!
Speravo di riuscire a ricreare quell’atmosfera ma troppe cose lo hanno reso impossibile.
Niente dopo pranzo: è un sabato pomeriggio con marito ipnotizzato davanti al computer e figlia urlante per la casa.
Niente taverna, camino e asse di legno, solo una scomoda e precaria postazione rimediata sul tavolo del salone in laminato.
Chiacchiere e confidenze? a noi donne difficile che ci manchino ma l’interlocutore?
Niente semola che rendeva tutto semplice e piacevolmente lavorabile e soprattutto…. niente mamma… 🙁
Vabè, però mentre le facevo l’ho pensata sempre; sarà per questo che sono venute comunque bene!

Ingredienti per le orecchiette:
300g di farina 0
100g farina grano saraceno
200g di acqua tiepida
un bel pizzico di sale

Ingredienti per il condimento:
1 broccolo
1 spicchio di aglio
1 cucchiaino di capperi dissalati
4 pomodori secchi
olio evo
sale
peperoncino

Procedimento per la pasta:
In una larga ciotola, mescolate le farine ed il sale ed aggiungete pian piano l’acqua tiepida. Impastate fino ad ottenere un panetto morbido e lavorabile  e fatelo riposare in frigo.
Confezionate le orecchiette come da tradizione e  poi mettetele distanziate su dei piani infarinati. Io le ho fatte la sera per il giorno dopo, così hanno avuto tutta la notte per asciugare. Con queste dosi ho ottenuto 480g di orecchiette.

Per questa preparazione ne sono servite la metà così l’altra metà l’ho messa in congelatore per successivi usi (“tanto che ti ci metti….!”).

Procedimento per il condimento:
Sciacquate i capperi e metteteli in ammollo con i pomodori secchi. Lavate e pulite il broccolo poi riducetelo in cime e cuocetelo al vapore per 10-15 minuti circa lasciandolo al dente.
Prendete un’ampia padella in cui preparerete il sughetto e salterete la pasta. Metteteci poco olio, l’aglio ed i capperi tritati, i pomodorini strizzati e ridotti a listarelle, ¾ dei broccoli cotti e tagliati grossolanamente. Prendete l’altra parte dei broccoli e frullateli fino ad ottenere una cremina aiutandovi con l’acqua della cottura a vapore degli stessi. Aggiungerla al resto degli ingredienti già in padella e fate insaporire il tutto.
Portate a bollore l’acqua di cottura al vapore dei broccoli (io non metto altro sale) e tuffateci le orecchiette per 7-8 minuti. Una volta cotte ma ancora al dente scolatele, ma non troppo e saltatele con il condimento preparato lasciando la preparazione cremosa. Tendendosi ad asciugare in fretta, aggiungete un po’ di acqua di cottura della pasta, poi un bel giro d’olio crudo per tutti, ed un peperoncino sbriciolato per i grandi e buon appetito!